legno - trecinfissi

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

legno

Il legno è commercialmente classificato in tenero e duro. Il legno
derivato dalle conifere (per esempio il pino o l'abete) è di tipo tenero,
il legno delle angiosperme (ontano, quercia, noce) è duro. In realtà questa
suddivisione può essere fuorviante, poiché alcuni legni duri sono più teneri
di quelli definiti teneri, per esempio la balsa, mentre alcuni teneri sono
più duri dei duri, per esempio il tasso. Questa distinzione deriva dalla
nomenclatura inglese che definisce il legno delle conifere "softwood" e quello
delle latifoglie "hardwood", ma la traduzione in legno tenero e legno duro è un
errore di ipercorrettismo, visto che le due parole inglesi stanno a significare
semplicemente - e rispettivamente - (legno di) conifere e latifoglie.
Come nel resto del mondo, anche in Italia il legno strutturale è stato largamente
usato come materia prima per la costruzione di case e altri edifici fino agli anni
venti del XX secolo. Successivamente è stato sostituito dal mattone e dal cemento.
Oggi sta riacquistando la sua importanza, grazie anche ad una nuova coscienza ambientale.

Gli elementi dell'arredamento sono frequentemente realizzati in legno, così pure
come rivestimento (pavimenti in legno, pannellature ecc.)
 
Torna ai contenuti | Torna al menu